Nagios troubleshooting

In questo post ho illustrato il comando da lanciare per appurare molto velocemente l’eventuale presenza di errori all’interno della configurazione di Nagios . Qui, invece, ho discusso di un valido tool in grado di debuggare i plugin utilizzati dall’NMS in questione.

nagiosEntrambi i suddetti metodi non rappresentano le uniche alternative in fase di troubleshooting. Infatti, Nagios mette a disposizione nativamente una modalità debug, la quale è in grado di “mostrare” come i vari comandi (configurati all’interno del file commands.cfg e valorizzati in nomehost.cfg) vengono interpretati ed eseguiti di volta in volta.

Per attivare tale modalità occorre operare all’interno del file /etc/nagios/nagios.cfg, impostando il debug level a 2048 (macros):

debug_level=2048

Il file da consultare sarà questo:

/var/log/nagios/nagios.debug

Inoltre, quando si ha a che fare con alcuni plugin sviluppati soprattutto in perl che lanciati da linea di comando come utente nagios funzionano correttamente mentre da pagina Web restituiscono un risultato di tipo Critical con output null, si può aggiungere, all’interno del file /etc/nagios/commands.cfg (in corrispondenza del comando che fa uso del suddetto plugin), la seguente entry:

2>&1

Ad esempio, per il plugin check_squid.pl ho definito il seguente comando:

'check_squid' command definition
define command{
        command_name    check_squid
        command_line    $USER1$/check_squid -u $ARG1$ -p $HOSTADDRESS$ -l $ARG2$ -e $ARG3$ 2>&1
        }

in modo tale da pololare il risultato del check presente nella pagina Web reindirizzando lo standard err (2>) nello standard out (&1).

Entrambi i metodi illustrati in questo post prevedono un reload della configurazione di Nagios per entrare in funzione:

[root@NMS ~]# service nagios reload

Per ora è tutto.

Alla prossima.

Nagios troubleshootingultima modifica: 2015-01-13T09:36:52+01:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento