VMWare ESX 5.1: ridimensionare i dischi su macchine virtuali Centos 6

Dopo aver aumentato la dimensione di un disco relativo ad una macchina virtuale tramite VSphere client (supponendo che il sistema operativo sia stato precedentemente installato e dunque che le partizioni siano già state create), è necessario modificare la tabella delle partizioni e successivemente le dimensioni dello spazio usufruibile dal sistema operativo (altrimenti lo spazio aggiuntivo non potrà essere utilizzato).

 

VMWare-Logo.JPG

Per fare ciò, occorre operare come segue:

[root@vm ~]# fdisk

per invocare l’utility fdisk, la quale ci permette di operare sulla tabella delle partizioni, supponendo, nella fattispecie, che il disco sia mappato come /dev/sda (SCSI o SATA).

Una volta entrati nel menù della suddetta utility, è necessario creare una nuova partizione, semplicemente digitando n:

WARNING: DOS-compatible mode is deprecated. It's strongly recommended to
         switch off the mode (command 'c') and change display units to
         sectors (command 'u').

Command (m for help): n

La nuova partizione dovrà essere primaria (tenendo a mente che è possibile creare un massimo di 4 partizioni primarie). Per fare ciò si deve cliccare sul tasto p della nostra tastiera.

Command action
   e   extended
   p   primary partition (1-4)
p

Scegliamo quindi l’id della partizione (nel mio caso è 3 dato che vi sono già due partizioni primarie installate, rispettivamente con id 1, ovvero la partizione di boot e 2, quella in cui risiede il SO). Digitiamo dunque 3.

Partition number (1-4): 3

Se non siete sicuri di quante partizioni siano effettivamente presenti sulla vostra macchina, digitate p (che in questo caso sta per print):

Command (m for help): p

Infine, creiamo la nuova partizione semplicemente digitando w.

Command (m for help): w

Per rendere effettive le modifiche appena effettuate, si rende necessario il riavvio della macchina virtuale:

[root@vm ~]# reboot

Una volta che la suddetta macchina si è avviata, possiamo verificare che la nuova partizione sia effettivamente presente digitando il comando:

[root@vm ~]# ls -al /dev/sda*

Aggiungiamo la nuova partizione al volume group, il cui nome, solitamente è costituito da un prefisso standard, ovvero vg_ e dal nome che abbiamo assegnato alla nostra macchina virtuale, vm in questo caso:

[root@vm ~]# vgextend vg_vm /dev/sda3

Infine ridimensioniamo la partizione aggiungendo ulteriori 39 GB di spazio:

[root@vm ~]# lvresize --size +39g --resizefs /dev/mapper/vg_wm-lv_root

A questo punto lanciando un semplice df possiamo verificare che effettivamente lo spazio associato alla partizione del SO è effettivamente aumentato.

Enjoy!

NB: tale procedura si rende necessaria in quanto alcuni tool nati proprio per la gestione delle partizioni (come gparted) non supportano LVM (nativo in Centos 6).

VMWare ESX 5.1: ridimensionare i dischi su macchine virtuali Centos 6ultima modifica: 2013-09-06T10:00:00+02:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento