Traffico PPTP in uscita dai router Cisco

Il PPTP (Point to Point Tunnel Protocol) è uno dei protocolli utilizzati nell’ambito delle cosiddette VPN (Virtual Private Network). Esso venne introdotto dalla Microsfot e garantisce un certo livello di sicurezza, certamente molto inferiore a quello tipico delle VPN IPSec o SSL/TLS.

Site-to-site-pptp-example.jpg

Senza scendere troppo nel dettaglio è bene specificare che il protocollo PPTP non va per niente daccordo con il NAT/PAT. Per questo motivo, affinchè le connessioni in uscita dalla nostra LAN e dirette al server VPN remoto vadano a buon fine, è necessario implementare un meccanismo di PPTP Passthrough. In realtà, tale meccanismo si basa sull’EGRE (Enhanced Generic Routing Protocol), quindi quello che faremo sarà semplicemente consentire il traffico GRE in ingresso alla nostra LAN.

Inoltre, poichè tale connessione è di tipo punto-punto, il router non vedrà l’indirizzo IP sorgente relativo alla VPN, ergo non dovremo neppure modificare le regole dell’ACL che hanno come scopo il blocco del traffico proveniente da Internet e con indirizzi IP privati (spoofing).

Come al solito, bando alle ciance ed ecco la regola da inserire subito prima il deny ip any any (implicito) della nostra ACL:

access-list 102 permit gre any any log

Ebbene si, il GRE è un protocollo differente da quelli visti fin’ora (ad esempio IP, TCP o UDP), non prevede l’uso di porte ed è abbastanza intelligente da lavorare senza ulteriori configurazioni.

Una volta aggiunta tale regola sul nostro router Cisco sarà possibile atterrare tranquillamente sul VPN Concentrator, ricevere un indirizzo IP appartenente al pool privato e navigare tra le risorse di rete (ed eventualmente su Internet) come se si fosse connessi direttamente alla LAN dell’ufficio.

E’ tutto. Bye.

Traffico PPTP in uscita dai router Ciscoultima modifica: 2013-01-22T09:00:00+01:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento