Linux: packaging tool e proxy HTTP

Usate un packaging tool (aptitude, emerge, yum et similia) per scaricare ed installare i pacchetti sulla vostra macchina Linux? Non avete accesso diretto al Web e quindi necessitate di interfacciarvi con un proxy HTTP? Niente paura, basta seguire questi semplici passi.

variabili di ambiente, aptitude, yum, emerge, export, http proxy

Per prima cosa occorre definire la variabile di ambiente http_proxy, il cui valore dovrà essere simile al seguente:

nightfly@nightbox:~$ export http_proxy=http://192.168.1.1:3128/

dove 192.168.1.1 è l’indirizzo IP del proxy e 3128 la porta su cui è in ascolto.

Se il proxy richiede autentica, è necessario definire la variabile precedentemente citata usando la seguente sintassi:

nightfly@nightbox:~$ export http_proxy=http://username:password@192.168.1.1:3128/

Attenzione però, le variabili di ambiente valgono esclusivamente per l’utente che le definisce. Per fare in modo che una variabile d’ambiente possa essere utilizzata da tutti gli utenti del sistema, è necessario operare sul file /etc/profile:

nightfly@nightbox:~$ sudo nano /etc/profile

ed aggiungere la direttiva:

export http_proxy=http://192.168.1.1:3128/

oppure:

export http_proxy=http://username:password@192.168.1.1:3128/

in caso di autentica.

Infine, per listare le variabili di ambiente basta lanciare il comando:

nightfly@nightbox:~$ export -p

Done.

Linux: packaging tool e proxy HTTPultima modifica: 2012-05-09T15:14:12+02:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento