Stack Catalyst 3750 ed SNMP

Spesso mi è capitato di avere a che fare con degli switch Cisco Catalyst 3750 configurati in stack. Grazie a questa configurazione, due o più switch vengono visti, a livello logico, come un unico commutatore. Ciò significa che a tutto lo stack può essere associato un unico indirizzo IP di management.

Ma dove sta l’inghippo? Semplice: nel caso in cui si utilizzino dei sistemi di monitoraggio della rete (ad esempio Nagios), il semplice ping non è sufficiente ad indicare che tutti gli switch di uno stack funzionano correttamente. Infatti, se uno di essi si guastasse, lo stack continuerebbe ad esistere e quindi ad essere raggiungibile a livello IP.

Come fare dunque per montorare l’effettivo stato di ogni singolo switch che costituisce lo stack? La risposta è semplice: SNMP.

In particolare, gli OID da utilizzare sono reperibili su questo server FTP anonimo (la directory è /pub/mibs/oid) ed il file di riferimento è CISCO-STACKWISE-MIB.oid

Per la precisione, gli OID che indicano lo stato di funzionamento relativo alle stackport degli switch che costituiscono uno stack sono i seguenti:

1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5180

(per la prima porta del primo switch)

1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5181

(per la seconda porta del primo switch)

1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5183

(per la prima porta del secondo switch)

1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5184

(per la seconda porta del secondo switch)

1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5186

(per la prima porta del terzo switch)

1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5187

(per la seconda porta del terzo switch)

e così via.

Per verificare che gli OID sopra citati siano effettivamente supportati nell’ambito dello stack, potete utilizzare il comando snmpget (se avete a disposizione una linux box) oppure il tool Getif (nel caso in cui la vostra workstation sia una macchina Windows).

Configuriamo ora nagios. Per prima cosa definiamo il comando che ci permette di controllare lo stato dei vari switch:

nightfly@nightbox:~$ cd /etc/nagios-plugins/config

nightfly@nightbox:~$ sudo nano snmp.cfg

Inseriamo la seguente direttiva:

'snmp_stack' command definition
define command {
command_name    snmp_stack
command_line    /usr/lib/nagios/plugins/check_snmp -H '$HOSTADDRESS$' -C '$ARG1$' -o '$ARG2$' -r '$ARG3$'
}

Ora che abbiamo definito il comando, aggiungiamo il servizio per il monitoraggio degli switch all’interno del file di configurazione che identifica lo stack:

nightfly@nightbox:~$ cd /etc/nagios3/conf.d

nightfly@nightbox:~$ sudo nano host-stack_nagios3.cfg

Inseriamo quanto segue:

define service {
use                             generic-service         ; Name of service template to use
host_name                       Stack
service_description             Status Switch 1 Stackport 1
check_command                  
snmp_stack!vostracommunitystring!1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5181!1
}

define service {
use                             generic-service         ; Name of service template to use
host_name                       Stack
service_description             Status Switch 1 Stackport 2
check_command                  
snmp_stack!vostracommunitystring!1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5181!1
}

define service {
use                             generic-service         ; Name of service template to use
host_name                       Stack
service_description             Status Switch 2 Stackport 1
check_command                  
snmp_stack!vostracommunitystring!1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5183!1
}

define service {
use                             generic-service         ; Name of service template to use
host_name                       Stack
service_description             Status Switch 2 Stackport 2
check_command                  
snmp_stack!vostracommunitystring!1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5184!1
}

define service {
use                             generic-service         ; Name of service template to use
host_name                       Stack
service_description             Status Switch 3 Stackport 1
check_command                  
snmp_stack!vostracommunitystring!1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5186!1
}

define service {
use                             generic-service         ; Name of service template to use
host_name                       Stack
service_description             Status Switch 3 Stackport 2
check_command                  
snmp_stack!vostracommunitystring!1.3.6.1.4.1.9.9.500.1.2.2.1.1.5187!1
}

Ovviamente sono partito dal presupposto che lo stack sia composto da 3 switch.

Salviamo il file e riavviamo Nagios:

nightfly@nightbox:~$ sudo service nagios3 restart

e finalmente potremo monitorare l’effettivo stato degli switch di uno stack.

A presto.

Stack Catalyst 3750 ed SNMPultima modifica: 2011-04-05T14:37:29+02:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento