DVL (Damn Vulnerable Linux) la distro più vulnerabile che esista

Ormai è risaputo di quanto siano sicure alcune distribuzioni *nix, tra cui la celeberrima FreeBSD (un solo exploit da remoto in 10 anni). Eppure vi sono tante altre distribuzioni che non fanno della sicurezza il loro obiettivo primario. Tra queste vi è certamente DVL (Damn Vulnerable Linux – un nome una garanzia), appositamente forgiata per presentare numerosissime falle di sicurezza ed aiutare gli aspiranti “security consultant” durante la loro formazione. Effettivamente l’idea non è male, in quanto tale distribuzione potrebbe anche essere utilizzata come passatempo, per “testare” l’effetto dei vari exploit sui bug presenti.

Ovviamente trattasi di bug arcinoti e piuttosto datati, per cui le ultime versioni dei software dovrebbero esserne immuni (almeno spero). Comunque, bando alle ciance ed enjoy: http://www.damnvulnerablelinux.org/

DVL (Damn Vulnerable Linux) la distro più vulnerabile che esistaultima modifica: 2010-07-03T10:26:52+02:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento