CentOS 6: Watchdog open source mediante Monit

Premesso che Monit può essere configurato anche come NMS a tutti gli effetti (sia centralizzato che distribuito, vedi M/Monit), lo scopo di questo post è quello di illustrarne la configurazione come semplice watchdog.

watchdogEsso, infatti, si occuperà di riavviare eventuali servizi “in stallo” (nella fattispecie httpd e mysql), riducendo notevolmente i tempi di downtime.

Per prima cosa occorre installare il suddetto applicativo:

[root@server ~]# yum install monit

Una volta installato possiamo editarne la configurazione (/etc/monit.conf) nel modo seguente:

set httpd port 2813 and #2813 è la porta su cui è in ascolto l'interfaccia Web di Monit
     use address <indirizzo IP>  #l'indirizzo IP è quello su cui l'interfaccia Web di Monit è in binding
     allow 0.0.0.0/0          #semplice ACL per consentire a qualunque IP sorgente di connettersi alla suddetta interfaccia  
     allow username:password      # credenziali di accesso all'interfaccia Web di Monit
     allow @monit           
     allow @users readonly

A questo punto creiamo due file all’interno della directory /etc/monit.d, rispettivamente httpd e mysqld.

Il primo conterrà le seguenti direttive:

check process httpd with pidfile /var/run/httpd.pid
group apache
start program = "/etc/init.d/httpd start"
stop program = "/etc/init.d/httpd stop"
if failed host 94.23.68.182 port 80
protocol http then restart
if 5 restarts within 5 cycles then timeout

Il secondo, invece, avrà il seguente contenuto:

check process MySQL-Server with pidfile /var/run/mysqld/mysqld.pid
    start program = "/etc/init.d/mysqld start"
    stop program = "/etc/init.d/mysqld stop"
    if failed host localhost port 3306
    protocol mysql then restart
    if 5 restarts within 5 cycles then timeout

Verifichiamo la sintassi delle suddette configurazioni mediante il comando:

[root@server ~]# monit -t

Ora possiamo avviare il nostro watchdog:

[root@server ~]# service monit start

imponendone l’avvio automatico dopo ogni reboot del server:

[root@server ~]# chkconfig monit on

Verifichiamo l’effettiva raggiungibilità dell’interfaccia Web di Monit mediante la URL:

http://IP:2813

ed il gioco è fatto.

E’ tutto. Alla prossima.

CentOS 6: Watchdog open source mediante Monitultima modifica: 2015-02-18T11:27:16+01:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento