Ipse dixit

Ecco una serie di boiate che sono stato costretto ad ascoltare durante gli ormai 4 anni di attività sistemistica che mi ritrovo sul groppone. Buon divertimento 😀

PS: i miei commenti sono in corsivo.

1) C e C# sono la stessa cosa. Per carità, spiegategli la differenza tra linguaggio procedurale ed object oriented;

2) Windows è “avanti, avanti, avanti”. No, non è un motto fascista;

3) How-to? Cos’è un how-to? Gente pluricertificata e con anni di esperienza che si tiene costantemente aggiornata sulla terminologia tecnica;

4) L’HASH MD5 è reversibile. Ok, prova a macellare una mucca ed a ridurla in brandelli. Dopodichè ricomponila nella sua forma originaria e riportala in vita. E’ stato facile, vero?

5) Sei certificato CCNA e non sai usare SNMP? Bhè, prima di dare giudizi affrettati prova a leggerti gli argomenti trattati dal CCNA;

6) Sei CCNA e ti leggi la guida sul port-channel? Come sopra;

7) Cos’è SSH? No comment;

8) Ah sei ingegnere, troppo teorico e poco pratico. Ok, diciamo che la teoria sta alla base della pratica ed a differenza delle scimmie addestrate tendo sempre a cercare di capire quello che sto facendo. Quindi per me la priorità è capire la logica che sta dietro ad una specifica richiesta e dopo, se è il caso, la metto in pratica;

9) SQL è un linguaggio procedurale. Mi sta anche bene, però in un universo parallelo in cui i dinosauri non si sono estinti e Topo Gigio è il Presidente della Repubblica;

10) MD1 ed SHA5. Prendi i numerini finali ed invertili. Bene, ora ci siamo.

11) Solo quelli che usano Gentoo possono definirsi sistemisti Linux. Ecco un memorandum per tutti coloro che lavorano su RedHat, CentOS, Slackware, Debian e compagnia bella: non scrivete nel vostro curriculum che svolgete attività da sistemista Linux perchè state palesemente dichiarando il falso…

12) Ma Java e JavaScript non sono sinonimi?

13) HTLM … (x2)

14) IIS è più sicuro di Apache … (x3)

15) Il linguaggio Assembler. Il cui complementare è il Disassembler. Però se programmi in Assembler deprogrammi in Disassembler, è chiaro.

16) if (variabile stringa alfanumerica) == true Ecco come usare correttamente i tipi di dato… e come confondere una variabile stringa con una variabile booleana.

Oh, per intenderci, di boiate ce ne stanno tante e tante altre (ed io non ne sono certamente immune) ma ho pubblicato solo quelle più plateali. Anche in questo caso c’è una morale della favola: lavorare con l’informatica non è come fare il benzinaio o il commesso (senza nulla togliere a tali mestieri), ma presuppone una certa preparazione tecnica ed un costante aggiornamento (oltre che ad una specifica tara mentale). Dunque se lavorate nell’IT solo per portare lo stipendio a casa, cambiate mestiere: ne guadagnerete in salute voi e la gente che è costretta a sopportarvi.

Bye.

Ipse dixitultima modifica: 2012-09-04T10:00:00+02:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Ipse dixit

Lascia un commento