Logwatch: analisi automatica dei log file di sistema

Ottenere dei report giornalieri che tengano conto degli “eventi” che hanno interessato i nostri server è certamente una comodità. Infatti, grazie ad essi, non è più necessario analizzare singolarmente i file di log relativi alle diverse applicazioni attive sulle nostre macchine, ma basta una rapida occhiata per accorgersi di eventuali anomalie.

Un’applicazione che riesce a generare una reportistica di questo tipo, a partire dai vari file di log, prende il nome di logwatch. In particolare, trattasi di un semplice scrip perl, la cui installazione è a dir poco banale e la cui configurazione è piuttosto immediata.

logwatch,log,log analysis,report,cron

Per installarlo sulla nostra Linux box Debian basta digitare il comando:

nightfly@nightbox:~$ sudo apt-get install logwatch

Ad installazione completata possiamo dedicarci alla configurazione di questo comodo e potente applicativo.

Per fare ciò occorre editare il file /usr/share/logwatch/default.conf/logwatch.conf:

nightfly@nightbox:~$ sudo nano /usr/share/logwatch/default.conf/logwatch.conf

Il nostro intento è quello di ottenere dei report da inviare alla nostra mailbox, la cui formattazione dovrà essere realizzata mediante il linguaggio di markup HTML:

Output = mail
Format = html
MailTo = vostro.indirizzo@email.it

In questo modo, ogniqualvolta digiteremo il comando logwatch da CLI, tale software provvederà ad inviarci il report desiderato.

Per automatizzare tale procedura, è sufficiente posizionarsi nella directory /etc/cron.daily/ per poi modificare il file 00logwatch, il cui contenuto dovrà essere:

#!/bin/bash

#Check if removed-but-not-purged
test -x /usr/share/logwatch/scrip/logwatch.pl || exit 0

#execute
/usr/sbin/logwatch --mailto vostro.indirizzo@email.it

Salviamo il file appena modificato ed abbiamo finito.

Siamo ora pronti a ricevere dei report giornalieri relativi allo stato dei servizi attivi sui nostri server.

A presto.

Logwatch: analisi automatica dei log file di sistemaultima modifica: 2012-01-16T12:01:07+01:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento