XHTML 1.0 ed HTML 4.0: principali differenze

Il termine XHTML sta per eXtensible HiperText Markup Language e fonde le caratteristiche di un linguaggio statico quale HTML alle potenzialità dell’XML.  Proprio per questo occorre utilizzare una sintassi ben precisa, affinchè il documento da noi realizzato risulti well-formed e possa superare con successo la procedura di validazione del W3C (Organizzazione che definisce gli standard per le pagine WEB).

Fatta questa breve premessa, è ora necessario elencare alcune delle differenze fondamentali esistenti tra L’XHTML ed HTML versione 4.0.

1) I tag utilizzati non devono essere “incastrati” tra loro bensì annidati. Ad esempio:

<b><i>testo</b></i>

tag incastrati (consentiti con HTML anche se sintatticamente errati – vietati in XHTML)

<b><i>testo</i></b>

tag annidati  (sintassi corretta)

2) I nomi dei tag ed i loro attributi devono essere scritti in minuscolo, poichè l’XML è un linguaggio case sensitive (XHTML):

<table><tr><td>un test</td></tr></table>

mentre per HTML la seguente sintassi è corretta:

<TABLE><TR><TD>un test</TD></TR></TABLE>

3) I valori assegnati agli attributi devono necessariamente essere posti tra virgolette (XHTML):

<img src="test.gif">

4) Ogni attributo deve avere un valore (XHTML):

<option selected="selected">test</option>

mentre in HTML esistono i cossidetti attributi “standalone” che non necessitano di valore alcuno.

5) Gli attributi vuoti devono terminare con / (XHTML):

<br/>
<img src="test.gif"/>

6) Per identificare un dato elemento occorre utilizzare l’attributo id e non name (XHTML). Per ragioni di retrocompatibilità è comunque consentito l’uso in tandem degli attributi id e name:

<a id="test">

Per compatibilità:

<a id="test" name="test">

Spero di essere stato esaustivo, a presto! 

 

XHTML 1.0 ed HTML 4.0: principali differenzeultima modifica: 2008-05-10T14:30:00+02:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento