NRPE_NT e Nagios: tenere sotto controllo gli aggiornamenti di Windows

Installare prontamente gli aggiornamenti di Windows, soprattutto se si ha a che fare con i security update, è sempre cosa buona e giusta. Spesso, però, capita che l’amministratore di sistema debba gestire N macchine e non abbia il tempo materiale di loggarsi su ciascuna di esse e constatare l’eventuale disposnibilità di aggiornamenti. Personalmente credo che non li si debba mai scaricare nè tantomeno installare automaticamente sulla macchina ospite, soprattutto se si ha a che fare con dei sistemi in produzione.

Cosa fare dunque per automatizzare tale task di verifica della disponibilità degli aggiornamenti? Semplice, utilizzare il nostro NMS preferito, ovvero Nagios.

nagiosIngredienti

Per prima cosa è necessario che sulla macchina da monitorare sia installato (ed attivo) il servizio NRPE_NT. Inoltre, ai plugin utilizzati dal servizio in questione, occorre aggiungere uno scrip PowerShell creato appositamente. Infine,  occorre creare su Nagios un comando ed un servizio specifico, in modo che il nostro NMS sia in grado di effettuare il controllo degli aggiornamenti in modo automatico e ad intervalli di tempo regolari.

Configurazione di NRPE_NT

Poichè la verifica della disponibilità degli aggiornamenti è un’operazione che può richiedere parecchio tempo, è necessario fare in modo che il timeout di NRPE_NT venga appositamente incrementato, editando la direttiva command_timeout presente all’interno del file nrpe.cfg (nel mio caso ho impostato una soglia pari a 600 secondi):

command_timeout= 600

Per ciò che concerne lo scrip PowerShell, esso può essere scaricato da qui, per poi posizionarlo all’interno della directory Plugins di NRPE_NT. A questo punto, sempre lato NRPE_NT, è possibile creare un comando specifico che si occuperà di verificare la disponibilità degli aggiornamenti di Windows. Tale definizione va inserita all’interno del file V2_nrpe_commands.cfg e presenta la seguente struttura:

command[get_windows_updates]=cscrip.exe //nologo //T:600 c:\nrpe\plugins\v2\check_windows_updates.wsf /w:0 /c:1

Restartiamo infine il servizio NRPE_NT mediante i comandi:

net stop NRPE_NT
net start NRPE_NT

e passiamo alla configurazione di Nagios.

Configurazione di Nagios

Come già affermato in precedenza, la configurazione dell’NMS si basa su due passaggi: la creazione del comando e l’assegnazione del check che ne fa uso ad un servizio legato all’host da monitorare.

Di seguito riporto il comando (da inserire nel file commands.cfg presente in /etc/nagios/objects):

# nagios-WMI-windows-updates check command definition

define command {
        command_name    check_WMI_windows_updates
        command_line    /usr/lib64/nagios/plugins/check_nrpe -H $HOSTADDRESS$ -t $ARG1$ -c get_windows_updates
        }

Mentre il servizio è così definito:

define service{
        use                             generic-service         ; Name of service template to use
        host_name                       Windows-Machine
        service_description             query WMI Updates for Microsoft Windows Machine
        check_command                   check_WMI_windows_updates!600
        normal_check_interval           120
        }

Da notare che l’unico parametro passato al comando riguarda il numero di secondi di attesa (600) prima del timeout. Inoltre, ho fatto in modo che i check vengano eseguiti a distanza di 2 ore l’uno dall’altro (normal_check_interval 120).

A configurazione ultimata riavviamo Nagios per rendere effettive le modifiche:

[root@NMS ~]# service nagios reload

In caso di disponibilità di aggiornamenti, il cruscotto dell’NMS ci apparirà in un modo simile al seguente:

cruscotto_nagios

Alla prossima.

NRPE_NT e Nagios: tenere sotto controllo gli aggiornamenti di Windowsultima modifica: 2016-01-13T14:51:34+00:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento