NRPE_NT: script powershell per la modifica della direttiva allowed_hosts in nrpe.cfg

Scenario

Sistema di monitoraggio (Nagios) connesso ad Internet mediante indirizzo IP pubblico di tipo dinamico. Esso deve tenere sotto controllo, tramite opportune query NRPE, alcuni servizi attivi su di un server remoto (Windows 2008 R2), raggiungibile mediante FQDN ed IP statico.

powershellProblema

Per evitare che eventuali client non autorizzati possanno connettersi al servizio NRPE_NT in ascolto sul server remoto (porta 5666/TCP), è possibile definire, all’interno del suo file di configurazione (nrpe.cfg), gli indirizzi IP a cui è consentito eseguire le query. Ad esempio, mediante la direttiva allowed_hosts, siamo in grado di dichiarare la seguente regola:

allowed_hosts=79.37.83.59

ed ecco, per l’appunto, dov’è il problema: essendo il suddetto indirizzo definito in modo statico, nel momento in cui, per un motivo o per un altro, Nagios dovesse cambiare il proprio IP pubblico, le query NRPE fallirebbero miseramente (check timeout).

Soluzione

A questo punto è necessario fare una premessa: esiste una soluzione più pulita di quella che sto per riportare, che consiste, fondamentalmente, nell’uso di NSClient++ abbinato ad NRPE_NT, grazie ai quali è possibile realizzare un meccanismo di autenticazione client/server mediante lo scambio di certificati X.509 (in tal caso la direttiva allowed_host sarebbe del tutto superflua poichè autenticazione e confidenzialità verrebbero garantite mediante i suddetti certificati).

Per ciò che concerne, invece, la soluzione da me individuata, essa consiste nella realizzazione di uno scrip powershell che “interroga” l’FQDN di Nagios ogni 5 minuti, verificando che il suo indirizzo IP pubblico sia diverso da quello presente nel file di configurazione di NRPE. In tal caso lo scrip modificherà l’IP definito nella direttiva allowed_hosts.

Di seguito riporto il contenuto dello scrip:

$IP = nslookup nagios.vostrodominio.com | Select-String -Pattern '\d{1,3}(\.\d{1,3}){3}' | Select-String -notmatch 'IP del server da monitorare'

$PublicIP = $IP.tostring().Split(" ")[-1]

$OldIP = (Get-Content C:\nrpe\bin\nrpe.cfg) | Select-String 'allowed_hosts=\d{1,3}(\.\d{1,3}){3}'

$OldPublicIP = $OldIP.tostring().Split("=")[-1]

$data = Get-Date;

if ($PublicIP -ne $OldPublicIP -and $PublicIP)
{

    (Get-Content C:\nrpe\bin\nrpe.cfg) -replace 'allowed_hosts=\d{1,3}(\.\d{1,3}){3}', "allowed_hosts=$(echo $PublicIP)" | Set-Content C:\nrpe\bin\nrpe.cfg

    net stop nrpe_nt

    Start-Sleep -s 5

    net start nrpe_nt

    echo "$data NRPE_NT configuration has been updated. The new authorized Public IP is $PublicIP"

    exit 0;
}
else
{
    echo "$data Nothing to do. Exiting..."

    exit 0;
}

Per prima cosa ho individuato l’indirizzo IP pubblico di Nagios mediante una query di tipo A effettuata mediante nslookup:

$IP = nslookup nagios.vostrodominio.com | Select-String -Pattern '\d{1,3}(\.\d{1,3}){3}' | Select-String -notmatch 'IP del server da monitorare'

$PublicIP = $IP.tostring().Split(" ")[-1]

Ovviamente ho dovuto formattare l’output relativo alla suddetta query, identificando, tramite espressione regolare, le stringhe che riportano gli indirizzi IP coinvolti, escludendo successivamente quella che contiene l’IP del server da monitorare. Inoltre, è stato necessario salvare (dopo opportuna conversione) l’indirizzo IP di Nagios all’interno della variabile $PublicIP.

Discorso molto simile riguarda l’individuazione dell’IP configurato all’interno di nrpe.cfg, ottenuta mediante l’applet Get-Content:

$OldIP = (Get-Content C:\nrpe\bin\nrpe.cfg) | Select-String 'allowed_hosts=\d{1,3}(\.\d{1,3}){3}'

$OldPublicIP = $OldIP.tostring().Split("=")[-1]

A questo punto è stato possibile procedere con il confronto tra l’IP attuale di Nagios e quello presente nel file di configurazione di NRPE_NT. Nel caso in cui questi differiscano (e la variabile $PublicIP non sia nè vuota, nè nulla), la direttiva allowed_hosts verrà modificata, con il conseguente riavvio del servizio in oggetto:

(Get-Content C:\nrpe\bin\nrpe.cfg) -replace 'allowed_hosts=\d{1,3}(\.\d{1,3}){3}', "allowed_hosts=$(echo $PublicIP)" | Set-Content C:\nrpe\bin\nrpe.cfg

    net stop nrpe_nt

    Start-Sleep -s 5

    net start nrpe_nt

    echo "$data NRPE_NT configuration has been updated. The new authorized Public IP is $PublicIP"

Infine, per eseguire tale scrip in modo automatico, ho creato un task mediante l’applicativo Task Scheduler di Windows, il quale si ripete giornalmente ogni 5 minuti e la cui azione è la seguente:

powershell -command "C:\Users\Administrator\Documents\scrip\nrpe_ip_update.ps1 >> C:\nrpe_ip_update.log"

Da ora in poi le query NRPE da indirizzo IP dinamico non saranno un problema.

A presto.

NRPE_NT: script powershell per la modifica della direttiva allowed_hosts in nrpe.cfgultima modifica: 2015-12-29T09:03:19+00:00da nazarenolatella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento